Questo sito web utilizza i cookies per migliorare la vostra esperienza utente. Facendo clic su "Chiudi", acconsenti all'uso dei cookies sul nostro sito web. Per maggiori informazioni.

Pubblicazioni

Pubblicazioni

Cinema, adolescenza e psicoanalisi. Comprendere gli adolescenti per aiutarli a comprendersi

Cinema, adolescenza e psicoanalisi. Comprendere gli adolescenti per aiutarli a comprendersi

Autori: Paola  Carbone, Maurizio Cottone, Massimo G. Eusebio

Un profondo legame unisce cinema e psicoanalisi, arti "gemelle" non solo perché nate insieme sul finire dell'Ottocento, ma soprattutto perché ambedue si fondano sul rapporto fecondo tra l'immaginario e il setting. Quanto all'adolescenza, come i più recenti studi psicoanalitici mostrano, non è solo un'età della vita, ma è una preziosa possibilità della mente di rigenerarsi nella creatività. Anche il cinema ha in sé qualcosa di adolescente: se fare cinema è proiettare emozioni, chi meglio dei protagonisti adolescenti può dare forma a questo bisogno universale? Cinema, adolescenza e psicoanalisi sono inoltre accomunati dalla speciale capacità - non sempre comoda - di sconvolgere i solidi dati di realtà, indicarci nuove strade e stupirci. Questo libro ha lo scopo di mostrare come la formazione psicoanalitica e la passione del cinema possano lavorare in buona sinergia per aiutare sia gli adulti (genitori, insegnanti, educatori, psicologi) sia i giovani nel difficile compito di conoscere se stessi e farsi conoscere. Un'ampia parte è dedicata alla descrizione di esperienze cliniche che si avvalgono del cinema come di uno strumento facilitatore, nella formazione (cineforum), nella prevenzione (focus group, gruppi-classe) e nei laboratori terapeutici.

Compagno Adulto

Compagno Adulto

a cura di Savina Cordiale e Giovanna Montinari

Il "Compagno Adulto®" è un intervento terapeutico innovativo e complesso che si pone l'obiettivo di accompagnare e sostenere il ragazzo nei suoi compiti evolutivi mediando tra realtà interna e realtà esterna per permettergli di usare al meglio le proprie risorse e quelle del contesto ambientale.
Inserito in un contesto teorico ad orientamento psicodinamico psicoanalitico specifico per la fase dell'adolescenza, la tecnica del "compagno adulto" ha prodotto un avanzamento clinico-teorico che si declina nel concetto di alleanza terapeutica e di relazione col compagno come dimensione intra e inter-psichica fra adulto e adolescente, fra terapeuta e paziente, fra componenti diverse del gruppo di lavoro nell'istituzione.
Molti sono ormai i servizi e gli operatori che fanno riferimento alla tecnica del "compagno adulto". Il gruppo di Rifornimento in Volo, che ne ha depositato il "marchio" per tutelarne gli aspetti creativi e metodologici, in continuità con il precedente libro intende qui proporre un ulteriore approfondimento concettuale. Si tratta infatti di un modo di operare complesso che richiede operatori preparati e un gruppo istituzionale capace, flessibile e creativo.
Il volume illustra l'importanza del legame fra l'esperienza clinica e la formazione, offrendo l'esempio del modello formativo di una scuola di specializzazione, quella dell'ARPAd. Si propone come strumento utile per giovani studenti psicologi in formazione, ma anche per medici, terapeuti, operatori e studiosi che lavorano con gli adolescenti.

Scheda libro sito FRANCOANGELI

Rifornimento in volo - il lavoro psicologico con gli Adolescenti

Rifornimento in volo - il lavoro psicologico con gli Adolescenti

a cura di Giovanna Montinari

In questo volume, che vuol essere una sorta di punto di riferimento per quanti lavorano con gli adolescenti, è presentata una ricca casistica clinica, che mostra come l'applicazione del modello psicoanalitico di psicoterapia degli adolescenti sia fertile e favorisca interessanti sviluppi. In particolare vine posto l'accento sul gruppo di lavoro degli operatori, gruppo pensante capace di integrare ed elaborare la complessità della domanda di aiuto che gli adolescenti pongono.

Per informazioni su questo volume e sulla sua reperibilità (sarà presente nelle libreria specializzate in psicologia) rivogersi a Rifornimento in volo o a Franco Angeli Editore

Laboratorio sul disagio dell'adolescenza. Appunti di lavoro

Laboratorio sul disagio dell'adolescenza. Appunti di lavoro

a cura di E. Masina

Kappa Edizioni, € 12 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
I contributi del quaderno rappresentano il materiale per "attrezzare" il Laboratorio sul disagio dell'adolescenza.
Sono, cioè, elementi utili allo svolgimento di un'attività finalizzata alla professionalizzazione dello studente.
La presentazione di fenomeni diffusi nella cultura giovanile, dei resoconti di alcuni interventi nel campo del disagio dell'adolescenza e dai contesti in cui essi vengono realizzati costituiscono la base di partenza per avviare una relazione fra docente, studenti e adolescenti "oggetto" di lavoro indispensabile all'integrazione di contenuti, rappresentazioni ed emozioni.

Le ali di Icaro - Capire e prevenire gli incident dei giovanii

Le ali di Icaro - Capire e prevenire gli incident dei giovanii

autrice Paola Carbone

Nuova edizione accresciuta
Il disagio adolescenziale alle origini di incidenti spesso mortali
Anno 2009 Prezzo €23,00 302 Pagine
Spunta l’alba su una domenica come tante: sulle strade italiane si contano i morti. Tutti giovanissimi. Una notte terribile, ma non un’eccezione, perché, nonostante le massicce campagne di prevenzione, i deterrenti legali e l’inasprimento delle pene, l’incidente rimane la più frequente causa di morte tra adolescenti e giovani. Del fenomeno si trascurano spesso le dinamiche psicologiche, i processi interni che portano a un «agito» attraverso cui molti adolescenti segnalano un disagio altrimenti non esprimibile. Paola Carbone ritorna con questa seconda edizione accresciuta del suo Le ali di Icaro su un tema critico che purtroppo non ha perso la sua attualità, ma che pare, anzi, richiamare la nostra attenzione con sempre maggiore urgenza. Partendo da una prospettiva psicoanalitica, il volume esplora la varietà delle costellazioni psicologiche che differenziano ogni adolescente e ogni incidente, evidenziando allo stesso tempo indicatori di rischio su cui fondare interventi preventivi mirati. Questa nuova edizione propone un consistente aggiornamento bibliografico sullo «stato dell’arte».
Rappresenta inoltre un sostanziale passo avanti nella comprensione dei comportamenti a rischio, perché approfondisce ulteriormente l’altra faccia della medaglia: forte della sua esperienza sul campo, Paola Carbone presenta infatti i risultati di alcune recentissime ricerche condotte sugli adulti, inerenti la loro percezione del rischiare giovane. Accanto a questi dati, viene proposto un nuovo approccio preventivo, la «prevenzione attiva», di cui sono descritti significato e modalità.

La trattabilità in adolescenza. Problemi nella psicoterapia psicoanalitica

La trattabilità in adolescenza. Problemi nella psicoterapia psicoanalitica

a cura di Emilio Masina

La trattabilità, spesso sovrapposta e confusa con la diagnosi e l'analizzabilità, è un criterio difficilmente oggettivabile, che si delinea e si definisce all'interno della relazione psicoterapeuta-paziente. Emerge, cioè, come una "costruzione" della relazione terapeutica che non è mai definita una volta per tutte, ma che deve continuamente essere ricercata, promossa e mantenuta nel corso del lavoro clinico.
Il fattore più rilevante per la trattabilità, oltre a quello della valutazione diagnostica, è il gioco fra transfert e controtransfert, che si attiva in entrambi gli interlocutori quando la telefonata per l'appuntamento, o anche la semplice disposizione all'attesa, mobilitano fantasie sulla consultazione e sui suoi esiti.
Non sfugge, agli autori di questo volume, la complessità di un lavoro esposto a molteplici influssi ambientali e, quindi, la necessità di "pensare psicoanaliticamente" anche quando le condizioni non sono quelle previste dalla teoria della tecnica psicoanalitica classica. Si sforzano perciò di prendere in esame non solo il "sistema" dell'adolescente, ma anche quello del terapeuta nella sua relazione con i familiari del paziente, con gli insegnanti e con altre figure significative. In particolare, sottolineano l'importanza del rapporto con l'inviante, e i vincoli (ma anche le opportunità) del lavoro nella struttura pubblica.
Ricco di un ventaglio di casi clinici che va dai 13-14 anni della "prima adolescenza" fino ai 19-20 di quella "tarda", il volume è introdotto da un'ampia rassegna teorica sul concetto di trattabilità nella psicoanalisi dell'adolescenza, e risulta di particolare interesse per gli psicoterapeuti dell'età evolutiva e per chiunque voglia avvicinarsi alla comprensione del mondo adolescente.
Emilio Masina , specialista in psicologia clinica e psicoterapeuta dell'età evolutiva, è coordinatore dell'Osservatorio cittadino sul disagio adolescenziale del Comune di Roma e socio fondatore della Cooperativa di aiuto psicologico agli adolescenti "Rifornimento in volo".

I disturbi di personalità in adolescenza

I disturbi di personalità in adolescenza

a cura di Arnaldo Novelletto, Emilio Masina

Nel DSM IV il disturbo di personalità è "un modello di esperienza interiore che devia marcatamente rispetto alle aspettative della cultura dell'individuo, è pervasivo e inflessibile, esordisce nell'adolescenza o nella prima età adulta, è stabile nel tempo e determina disagio o menomazione". Il disturbo borderline fa parte di questo gruppo e riveste un'importanza particolare anche ai fini della ricerca, dato il suo significato di struttura patologica intermedia fra nevrosi e psicosi.Nel loro insieme i disturbi di personalità affondano le radici in quella patologia narcisistica che ha completamente soppiantato le nevrosi nella clientela degli psicoanalisti.
Il fatto che essi richiedano tecniche modificate rispetto alla cura psicoanalitica classica ha fortemente contribuito alla migliore definizione e diffusione della psicoterapia psicoanalitica. Tale esigenza è esistita da sempre in campo adolescenziale e ciò spiega perché i contributi scientifici relativi a questa fascia d'età siano oggi all'avanguardia nell'adeguamento e differenziazione di interventi psicoanalitici diversificati (psicoanalisi propriamente detta, psicoterapia psicoanalitica, psicoanalisi di gruppo), anche in altre fasi della vita.
I lavori contenuti nel volume, realizzati dai più qualificati specialisti italiani, esemplificano altrettante applicazioni della psicoterapia psicoanalitica in merito ad una vasta gamma di disturbi della personalità ed offrono materia di aggiornamento e riflessione a tutti gli operatori implicati nell'approccio pluriprofessionale alla diagnosi, terapia e prevenzione dei problemi di comportamento, disadattamento sociale ed emarginazione che ne derivano.

L'adolescente violento

L'adolescente violento

Autori: Arnaldo Novelletto, Daniele Biondo, Gianluigi Monniello

Con i loro comportamenti gli adolescenti di oggi dimostrano la tendenza a ricorrere più spesso che in passato ad atti violenti. Ciò che conta, secondo gli Autori, è che la violenza dei giovanissimi provoca meno rassegnazione rispetto a quella degli adulti, forse perché contiene la richiesta implicita di essere interpretata. La naturale carica antisociale degli adolescenti trova diverse forme di strumentalizzazione e di collusione da parte degli adulti. Forme profonde, sottili, incistate nelle storie individuali, che producono sofferenze silenziose, perché frutto di traumi che hanno attraversato le generazioni.
Secondo gli Autori la fase di sviluppo chiamata adolescenza ha in sé tutte le possibilità di una svolta decisiva per il soggetto violento, sia nel senso di sfuggire ad una spirale ingravescente, sia nel senso di venirne irrimediabilmente risucchiato. Partendo dalla presentazione di una ricca e significativa casistica, gli Autori intendono dimostrare che la psicoanalisi dell'adolescenza può offrire un notevole apporto alla relazione con l'adolescente violento, per la realizzazione di specifiche strategie terapeutiche, per la programmazione di interventi preventivi più efficaci e per la formazione più aggiornata degli operatori.
Questa è la sfida che permea di passione civile le pagine di questo libro: la sfida della trattabilità della violenza adolescenziale.